TEAM-BUILDING

RIDUZIONE DEL CONFLITTO INTERAZIENDALE

Team-building e riduzione del conflitto intraziendale
attraverso un percorso di teatroterapia

Percepirsi comincia con un ascolto del proprio gesto e del proprio respiro che si trasforma in un ampliamento del proprio spazio percettivo, sia interno che esterno, quindi gestuale, rivolto al gruppo dei partecipanti. Questo ascolto attivo di sé consente di centrarsi nel contesto e passare alla relazione con l’altro.

Aumentare la consapevolezza della propria prossemica (il modo con cui ci poniamo in rapporto gestuale con l’altro) può aiutare il partecipante a cogliere che nelle relazioni la gestualità è segnale di sé e influenza, venendone a sua volta influenzato, il rapporto con l’altro.

Nella relazione con l’altro in contesti lavorativi riconoscere lo spazio prossemico aiuta a ridurre o a riconoscere quegli incidenti di relazione che precedono e favoriscono gli incidenti stessi: essere nel posto che sentiamo nostro e recuperare una dimensione di confronto con l’altro è la base per il passaggio successivo: lavorare insieme.

Tipo di attività proposta
Un laboratorio di teatro.

La Teatroterapia è un approccio espressivo che utilizza le tecniche della pratica teatrale, soprattutto dell’improvvisazione, per sostenere l’individuo e il gruppo in un percorso di conoscenza di sé e autoaffermazione, consentendo di sperimentare differenti parti di sé (anche quelle meno conosciute) con finalità trasformative e di benessere.

Il contesto caratterizzato da accoglienza e sospensione del giudizio permettere ai partecipanti di sperimentarsi ed esprimersi.

L’esperienza nasce da una attivazione psico-corporea, che possiamo chiamare espressione corporea.

Si tratta di una sequenza di movimenti che scaricano le tensioni superficiali, e man mano più profonde, del corpo e della mente, rimettono in fase il respiro e, attraverso il suono e la luce attenuata, creano una alterazione della propria condizione percettiva, man mano più aperta alle sensazioni personali e del gruppo.

Il laboratorio consiste nell’utilizzo di tecniche teatrali all’interno di un gruppo esperienziale di lavoro.

Gli strumenti teatrali hanno il fine di aiutare i partecipanti a migliorare le proprie capacità espressive e comunicative verbali e non verbali, quindi relazionali.

Il percorso è finalizzato a migliorare la conoscenza di sé e quindi aumentare la consapevolezza dei propri mezzi espressivi e migliorare la comunicazione, a ridurre la conflittualità interna, migliorando quindi la coesione del gruppo.

La qualità di una organizzazione si può misurare, oltre che con la realizzazione della propria mission, dal modo con cui le relazioni interpersonali riescono a costruire capacità di incontro, di gestione della frustrazione e del successo e della valorizzazione delle potenzialità di ciascuno dei suoi membri.

Contatti

Teatro della'Anima Condotto da Dario Aquilina. Teatroterapia da oltre 30 anni.

Not readable? Change text. captcha txt