0

Il teatro dell’anima al Festival della Felicità-incontri e conversazioni sul desiderio

Daria Bignardi

Confermati i “Dialoghi in casa”; le novità di questa edizione sono la rassegna cinematografica “Fotogrammi di desideri” con cinque anteprime, “Le stazioni del desiderio” con le “irruzioni” del Teatro dell’anima il 28 settembre nella Funicolare centrale e nella metropolitana linea 1, i laboratori “I colori del desiderio”. Main sponsor Cariparma Crédit Agricole, alla presentazione dell’evento ha partecipato anche l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Napoli Alessandra Clemente che ha assicurato una crescente vicinanza alla manifestazione indicandola come tra le migliori iniziative in città sul tema della creatività.
 

Parte oggi la nona edizione del festival diffuso “L’Arte della Felicità – Incontri e conversazioni”, che si terrà in vari luoghi di Napoli fino al 29 settembre. Tema di quest’anno è il “Desiderio”, tra gli ospiti Luca Sofri, Daria Bignardi, Raffaele Cantone.

Il format che richiama migliaia di presenze propone dialoghi sui grandi temi dell’esistenza tra filosofia e scienza, arte e spiritualità con filosofi, scrittori, psicologi, artisti, scienziati, sociologi, uomini di religione, poeti. Apertura al Multicinema Modernissimo con l’anteprima del film d’animazione “L’ Arte della felicità” (già evento della Settimana della critica alla Mostra di Venezia, nelle sale da ottobre) prodotto da Luciano Stella e firmato da Alessandro Rak.

Tante le voci autorevoli che si alterneranno e confronteranno su un tema declinato nei più vari aspetti durante i giorni del festival ideato da Luciano Stella e Francesca Mauro, che per la prima volta invaderà anche gli spazi restaurati del Convento di san Domenico Maggiore, tra gli altri lo scrittore Maurizio De Giovanni, i filosofi Aldo Masullo e Giuseppe Ferraro, il giurista Aldo Schiavone, lo psichiatra Luigi Baldascini, l’astrologo Marco Pesatori, Cristina Donadio. Eventi si terranno all’Istituto per gli studi Filosofici, al Pan-Palazzo delle Arti, all’Institut Francais de Naples, tradizionali partner del festival, che si realizza esclusivamente grazie al sostegno del volontariato e della rete ‘Amici dell’Arte della Felicità’.

“A conferma che un altro modo di progettare eventi culturali ‘autentici’ è possibile – sottolineano gli organizzatori – in un momento in cui le risorse limitate e la crisi economica che tutti stiamo vivendo devono necessariamente ispirare un modello di impresa culturale etica, trasparente e sostenibile”.

Fonte: https://www.napolitoday.it/eventi/l-arte-della-felicita-napoli-23-29-settembre.html

0

Napoli, riprende l’attività culturale del MANN tra convegni, presentazioni e arteterapia

Sabato 7 settembre, sarà piantato un melograno nel Giardino della Vanella
Il Museo risponderà così all’appello mondiale lanciato da Alejandro Jodorowsky 

Un melograno nel Giardino della Vanella: l’attività culturale del MANN riprenderà, dopo la breve interruzione estiva, con un atto simbolico.
Un nuovo albero, infatti, sarà piantato sabato 7 settembre alle 11.15, in occasione dell’iniziativa mondiale proposta da Alejandro Jodorowsky per sensibilizzare l’opinione pubblica dopo i devastanti incendi della Foresta Amazzonica: il melograno del Museo Archeologico Nazionale di Napoli sarà dedicato ad Olivia Arevalo Lomas, leader dei popoli indigeni del Perù, assassinata per le sue battaglie in nome dei diritti civili e della salvaguardia ambientale.

Impegno sociale, condivisione culturale, promozione della ricerca archeologica: queste le parole chiave degli eventi programmati all’Archeologico nelle prime settimane di questo mese.

Sarà in calendario al MANN (mercoledì 4 settembre, a partire dalle 15), la Seconda Giornata di Studio “Dialogo euro-mediterraneo. Iberi ed Etruschi nel Mediterraneo Antico”, organizzata insieme ad AION Cultura ed in collaborazione con il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Jaèn e con la Rete Ruta de Los Fenicios en Espaňa: l’evento, che proseguirà venerdì 6 settembre (ore 9) nella Sala Medicea del Museo MAEC di Cortona, avrà lo scopo di analizzare, anche alla luce degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa, la ricaduta turistica, sociale ed economica della gestione delle aree archeologiche.

In collaborazione con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, si svolgerà al Museo (7/8 settembre) il convegno “La pittura parietale aniconica e decorativa fra tarda antichità e alto Medioevo. Territori, tradizioni, temi e tendenze”, anticipazione del XIV Colloquio Internazionale AIPMA (Napoli/Ercolano, 9-13 settembre): a questo appuntamento prenderanno parte oltre venti studiosi  provenienti dall’Italia, dal Belgio e dal Regno Unito per scoprire le caratteristiche creative della pittura dei cosiddetti “secoli oscuri”.

Ancora focus sulle esposizioni del MANN per le prime settimane di settembre: giovedì 12 (ore 17) sarà presentato il catalogo della mostra “Orogenesis” di Juliana Cerquiera Leite. 
Venerdì 13 (ore 17), chiusura di “Mediterraneo”, percorso organizzato dalla Biblioteca del Museo in collaborazione con la casa editrice “Il Filo di Partenope”: prevista la partecipazione del fotografo Antonio Biasiucci, degli scrittori Marco De Gemmis, Eugenio Lucrezi, Paola Nasti, Enza Silvestrini e Luigi Trucillo, degli artisti Chiara Arturo e Vincenzo Rusciano.
Dopo il buon successo di pubblico e critica, da segnalare la proroga, al 9 settembre, della personale “L’arte sa nuotare” dello street artist Blub.

Sarà dedicata alle sculture della Collezione Farnese, infine, la perfomance “Il mito e l’anima” (sabato 14 settembre, ore 17), promossa dai Servizi Educativi del Museo in sinergia con Anthea (Associazione Nazionale Teatro Arteterapia) e Gestalt Counseling e Mediazione Artistica.

ULISSE ONLINE
https://www.ulisseonline.it/notizie-locali/napoli-riprende-lattivita-culturale-del-mann-tra-convegni-presentazioni-e-arteterapia/

0

IL MITO E L’ANIMA

“Viaggio attraverso le sculture della Collezione Farnese”

Museo archeologico nazionale di napoli
11..15 Settembre 2019

L’intensivo delle scuole di TeatroArterapia e Gestalt Counseling a mediazione artistica indagherà la metafora della scultura classica come condizione dell’anima, attraverso le storie e le posture che rivelano il mondo interiore dell’osservatore

Performance aperta al pubblico sabato 14 settembre ore 17

INFO: info@teatroterapianapoli.it o chiama al 3404627742

0

La Bottega del Liocorno incontra Mirò

laboratorio on-line per bambini e adulti

Non poteva mancare Miró dal nostro blog, il gioco aiuta a costruire dei Miró “originali”, con tutti gli elementi che ci rendono emozionanti le sue opere, io l’ho giocato da smartphone, per giocare bisogna attivare la rotazione in orizzontale si può scegliere l’attività, in verticale si possono modificare gli elementi.

Per i bimbi più piccoli un po’ di aiuto da parte dei genitori, per i più grandi, sapranno spiegarci loro come giocare, nonostante sia in francese è abbastanza intuitivo 1 Sfondo 2 Modello 3 Modifica Ho bisogno di aiuto ? Per creare il tuo universo come Miró, scegli prima uno sfondo che possa evocare ciò che ami in natura: le profondità del mare, una pianura desertica, una terra appena arata … Quindi, come il pittore catalano, scegli le forme trascinandole e rilasciandole sulla tela.

Miró disegna forme sempre più semplici: segni, linee, macchie di colore … Puoi quindi modificare queste forme, allungarle, ruotarle, sovrapporle per crearne altre, osservare il dialogo che si organizza tra di loro e componi un tavolo che ti piace.

 

Sta a te dare libero sfogo alla tua immaginazione!

 

Postate le vostre opre per condividerle con noi

sulla Pagina Facebook “La Bottega del Liocorno incontra Mirò”

 

 

Contatti

Teatro della'Anima Condotto da Dario Aquilina. Teatroterapia da oltre 30 anni.

Not readable? Change text. captcha txt